username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Annamaria Vezio

in archivio dal 22 mag 2012

03 marzo 1955, Firenze - Italia

segni particolari:
"Attento a ciò che desideri perché lo avrai" (detto berbero)...e che sia buono il tuo pensiero perché egli sarà la tua Manifestazione (detto mio).

mi descrivo così:
Operatrice culturale: Critica letteraria. Responsabile editoriale. Organizzatrice eventi culturari. Formazione Studi Umanistici (ampliati nei rami specifici della Psicologia, dell’Arteterapia, del Benessere Psico/fisico e delle arti Figurative). Promuove " l'Arte per Gioia, Arte per Tutti" .

06 luglio 2016 alle ore 20:09

Del Mondo Altro

Intro: Stralcio da "Ombre sul Cermis"

Il racconto

 
Ci son cose che legano profondamente all'Altro: fanno camminare nella sua anima, consentono di viaggiare in mondi che sì si conoscono, ma hanno aria diversa, colori e sfumature proprie, che afferrano, trascinano, fino ad amalgamarsi e perdersi in quel "Mondo Altro". E' immersione senza scafandro, leggere nell'Altro, è respirare senza polmoni, è apogeo di Luoghi senza definizioni, non sono il basso (profondo) e non sono l'alto (l'etereo), è Luogo dell'Anima. Lì ci si può entrare solamente senza peso, non si può lasciare la propria orma perché è spazio sacro. Nemmeno il pensiero ha il permesso di entrarci. Ecco cosa mi accade quando entro nell’Altro e mi lascia fiacca, forse svuotata, no, è non avere più fibra sulle corde dell'anima, è essere rimasti appesi in quel Mondo Altro, in quel Luogo dell'Anima. Ritornare alla mia forza sarebbe offendere la dignità di chi ha porto il suo Luogo come dono. Resto in quel silenzio ovattato fino al risveglio del Luogo di me, serafica, effusa nel nulla, felice di aver ricevuto il permesso di entrare in Mondi Altri.son cose che legano profondamente all'Altro: fanno camminare nella sua anima, consentono di viaggiare in mondi che sì si conoscono, ma hanno aria diversa, colori e sfumature proprie, che afferrano, trascinano, fino ad amalgamarsi e perdersi in quel "Mondo Altro". E' immersione senza scafandro, leggere l'Altro, è respirare senza polmoni, è apogeo di Luoghi senza definizioni, non sono il basso (profondo) e non sono l'alto (l'etereo), è Luogo dell'Anima. Lì ci si può entrare solamente senza peso, non si può lasciare la propria orma perché è spazio sacro. Nemmeno il pensiero ha il permesso di entrarci. Ecco, Vi ho spiegato cosa mi accade quando leggo Voi o i miei autori, è il mio modo di dirVi che quando rinvio la lettura nel Gruppo, non è per quella stanchezza superabile stando seduti davanti al pc, no, è non avere più fibra sulle corde dell'anima, e leggerVi senza essere in quel Mondo Altro, in quel Luogo dell'Anima, sarebbe offendere la dignità di chi ha porto il suo Luogo come dono. Voi offrite il Dono del Luoghi dell'Anima e io sono onorata e felice perché mi permettete di entrarcison cose che legano profondamente all'Altro: fanno camminare nella sua anima, consentono di viaggiare in mondi che sì si conoscono, ma hanno aria diversa, colori e sfumature proprie, che afferrano, trascinano, fino ad amalgamarsi e perdersi in quel "Mondo Altro". E' immersione senza scafandro, leggere l'Altro, è respirare senza polmoni, è apogeo di Luoghi senza definizioni, non sono il basso (profondo) e non sono l'alto (l'etereo), è Luogo dell'Anima. Lì ci si può entrare solamente senza peso, non si può lasciare la propria orma perché è spazio sacro. Nemmeno il pensiero ha il permesso di entrarci. Ecco, Vi ho spiegato cosa mi accade quando leggo Voi o i miei autori, è il mio modo di dirVi che quando rinvio la lettura nel Gruppo, non è per quella stanchezza superabile stando seduti davanti al pc, no, è non avere più fibra sulle corde dell'anima, e leggerVi senza essere in quel Mondo Altro, in quel Luogo dell'Anima, sarebbe offendere la dignità di chi ha porto il suo Luogo come dono. Voi offrite il Dono del Luoghi dell'Anima e io sono onorata e felice perché mi permettete di entrarcison cose che legano profondamente all'Altro: fanno camminare nella sua anima, consentono di viaggiare in mondi che sì si conoscono, ma hanno aria diversa, colori e sfumature proprie, che afferrano, trascinano, fino ad amalgamarsi e perdersi in quel "Mondo Altro". E' immersione senza scafandro, leggere l'Altro, è respirare senza polmoni, è apogeo di Luoghi senza definizioni, non sono il basso (profondo) e non sono l'alto (l'etereo), è Luogo dell'Anima. Lì ci si può entrare solamente senza peso, non si può lasciare la propria orma perché è spazio sacro. Nemmeno il pensiero ha il permesso di entrarci. Ecco, Vi ho spiegato cosa mi accade quando leggo Voi o i miei autori, è il mio modo di dirVi che quando rinvio la lettura nel Gruppo, non è per quella stanchezza superabile stando seduti davanti al pc, no, è non avere più fibra sulle corde dell'anima, e leggerVi senza essere in quel Mondo Altro, in quel Luogo dell'Anima, sarebbe offendere la dignità di chi ha porto il suo Luogo come dono. Voi offrite il Dono del Luoghi dell'Anima e io sono onorata e felice perché mi permettete di entrarcison cose che legano profondamente all'Altro: fanno camminare nella sua anima, consentono di viaggiare in mondi che sì si conoscono, ma hanno aria diversa, colori e sfumature proprie, che afferrano, trascinano, fino ad amalgamarsi e perdersi in quel "Mondo Altro". E' immersione senza scafandro, leggere l'Altro, è respirare senza polmoni, è apogeo di Luoghi senza definizioni, non sono il basso (profondo) e non sono l'alto (l'etereo), è Luogo dell'Anima. Lì ci si può entrare solamente senza peso, non si può lasciare la propria orma perché è spazio sacro. Nemmeno il pensiero ha il permesso di entrarci. Ecco, Vi ho spiegato cosa mi accade quando leggo Voi o i miei autori, è il mio modo di dirVi che quando rinvio la lettura nel Gruppo, non è per quella stanchezza superabile stando seduti davanti al pc, no, è non avere più fibra sulle corde dell'anima, e leggerVi senza essere in quel Mondo Altro, in quel Luogo dell'Anima, sarebbe offendere la dignità di chi ha porto il suo Luogo come dono. Voi offrite il Dono del Luoghi dell'Anima e io sono onorata e felice perché mi permettete di entrarcison cose che legano profondamente all'Altro: fanno camminare nella sua anima, consentono di viaggiare in mondi che sì si conoscono, ma hanno aria diversa, colori e sfumature proprie, che afferrano, trascinano, fino ad amalgamarsi e perdersi in quel "Mondo Altro". E' immersione senza scafandro, leggere l'Altro, è respirare senza polmoni, è apogeo di Luoghi senza definizioni, non sono il basso (profondo) e non sono l'alto (l'etereo), è Luogo dell'Anima. Lì ci si può entrare solamente senza peso, non si può lasciare la propria orma perché è spazio sacro. Nemmeno il pensiero ha il permesso di entrarci. Ecco, Vi ho spiegato cosa mi accade quando leggo Voi o i miei autori, è il mio modo di dirVi che quando rinvio la lettura nel Gruppo, non è per quella stanchezza superabile stando seduti davanti al pc, no, è non avere più fibra sulle corde dell'anima, e leggerVi senza essere in quel Mondo Altro, in quel Luogo dell'Anima, sarebbe offendere la dignità di chi ha porto il suo Luogo come dono. Voi offrite il Dono del Luoghi dell'Anima e io sono onorata e felice perché mi permettete di entrarci

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento