username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Annamaria Vezio

in archivio dal 22 mag 2012

03 marzo 1955, Firenze - Italia

segni particolari:
"Attento a ciò che desideri perché lo avrai" (detto berbero)...e che sia buono il tuo pensiero perché egli sarà la tua Manifestazione (detto mio).

mi descrivo così:
Operatrice culturale: Critica letteraria. Responsabile editoriale. Organizzatrice eventi culturari. Formazione Studi Umanistici (ampliati nei rami specifici della Psicologia, dell’Arteterapia, del Benessere Psico/fisico e delle arti Figurative). Promuove " l'Arte per Gioia, Arte per Tutti" .

01 settembre 2016 alle ore 16:26

Del silenzio

Intro: Stralco da "Umani per caso"

Il racconto

Il silenzio custode: Cosa si rintana nel Silenzio, e qual'è l'incontro che avvolge e penetra quanto nel Silenzio trova risposte? Nel Silenzio vagano suoni che accompagnano passi di bimbo, di vita, leggeri e delicati. Passi bisognosi di "vedersi" lasciando la propria orma eterea nel Luogo del Non Giudizio. E' nel Silenzio che è custodito il regno del Non Giudizio. Qui, si plana sull'attimo incontrato e lo si ammira nell'essenza sua pura: ogni colore forte sfuma, ogni forma si smaterializza e resta nuda, innocente, purissima. Nel Luogo del Non Giudizio, tutto appare com'è; il Silenzio è il Maestro che ospita, nella sua conoscenza sovrana, il Luogo del Non Giudizio, e ci accompagna. E vediamo.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento