username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Cesare Moceo

in archivio dal 14 mar 2012

29 settembre 1953, Palermo - Italia

segni particolari:
Ho impresso in faccia l'amore per mia moglie.

mi descrivo così:
Sono servo della mia famiglia. I miei scritti possono contenere qualche citazione da sottoporre agli obbighi di legge.
Inserito nell'antologia poetica "Voci d'autore 2013" edita da Pagine srl e nella collana dei poeti contemporanei 29/012 e 6/013.
Pubblico poesie sul giornale telematico "cefalunews"

19 aprile alle ore 20:39

Nel giardino do casa mia

(La prima Pasqua dopo 48 anni di lavoro)

Rimango assorto

a guardare nel vuoto

fisso

con gli occhi fermi a contemplare i miei fiori dell'allegria

rose gladioli sterlizie

a ispirarmi le parole più dolci nella mente

e traslarmi nella fanciullesca dimensione
della mia non più verde gioventù

con astuti opportunismi che s'insinuano presuntuosi

a farmi sentire come un quadro
che resta appeso solo il momento di un attimo

E cerco la pace tra quei silenzi

e tra i pentimenti dell'anima

che minacciano il mio vivere
con le spine acuminate delle amarezze
. © ®
Cesare Moceo

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento