username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Poesie di Lillo Sergi

Visita la scheda completa e tutti gli altri testi di Lillo Sergi

  • Ho subito scelto te...
    ... perché mi sembravi diversa
    Perché t' impadronivi della mia mente
    Non vedevo allora che solo te
    ... per come ti muovevi
    Per ogni parola che dicevi
    Fra tutte allora t'ho preferita
    ... perché mi davi sensazioni
    Colpendomi il cuore intensamente
    Ho capito allora ch'eri sincera 
    ...per i tuoi occhi belli 
    Perchè questo solo mi bastava
    Ti ho messa allora piedistallo della mia vita

  • sabato alle ore 18:08
    La bacchetta ci vorrebbe

    Guardo fuor dalla finestra 
    Qui del tutto appartato
    Per il tempo nuvoloso
    Son tantissimo seccato
    Ho digerito lentamente 
    Sazio ancor mi sento
    Ho passato però 'sta Pasqua 
    Sereno e assai contento
    Però anche mi son accorto 
    Che son serio e pensieroso
    Per come va 'sto mondo 
    Per quanto son io deluso
    Van questi miei pensieri 
    Indietro nel temp'assai 
    Son belli e così cari
    Che non li dimentico mai
    Pastiere e cudduraci 
    La casa tutta han profumato 
    Fatti da mia moglie
    Bei tempi han ricordato
    Dell'agnello non vi dico
    Che dall'alba crogiolava
    Le narici mi apriva
    Che giù dal letto mi buttava
    Son 'ste cose tanto belle
    Fan sempre ricordare 
    Al mondo però d'oggi 
    Fan tanto anche pensare
    Sempre noi festeggiamo
    Pasqua Ferragosto e Natale 
    Qualcosa però si deve fare 
    Per questo mondo pien di male
    La chiacchiera non è magica
    Niente fin'ora ha potuto fare 
    La bacchetta sol potrebbe 
    'Sto brutto mal allontanare

  • 19 aprile alle ore 19:17
    Alle cinque della sera

    Le cinque della sera
    Per il toro è nera
    Aspetta la gente 
    Della torta la fetta
    Male gli è andata
    Botte ne ha prese
    Entra malridotto
    Ingannato e maltrattato
    Si atteggia l'uomo
    Non si spaventa
    Col toro avvilito
    Mai è sconfitto
    Il toro non si accorge
    Ch'è arrivata l'ora 
    È un amaro destino 
    Il gioco paga caro
    Oh che tristezza
    Che accappona la pelle
    Tori ne muoiono
    Gente che applaude
    Un uomo ora muore 
    Tanto dispiace
    Muoion anche tori 
    Ventimila l'anno
    Storia che non finisce
    Come il sol nascente
    Di più dobbiam fare
    Per la vita da rispettare
    Tori foche e balene
    Son tante le pene
    Mondo mai civile
    Con gente stupida e vile

  • 15 aprile alle ore 14:33
    Come una volpicina

    Ricordo bene
    Quando ti conobbi
    L'estate finiva
    Mai lo dimenticherò
    Nuvole scurissime
    Cattive compagne 
    Ben ascoltavano
    Le mie lagne
    Con un cielo bizzarro 
    Così a strisce
    Mai veramente 
    Ho visto un pesce
    Così io pescavo 
    Molto triste
    Quando all'improvviso
    Tu apparisti
    Da lontano 
    Splendida ti mostrarti
    La giornata cupa
    Così tutta illuminasti
    Piano t'avvicinavi 
    Come una volpicina
    Che giocare sa
    A nascondino
    Quella però eri tu
    Che così arrivasti 
    E sulla sabbia
    Un cuore ti rubasti

  • 06 aprile alle ore 20:33
    Stranezze

    Strano l'amore
    Da esso soggiogato
    Spesso da dolori
    Sempre alleviato
    Piaceri tanti
    Anche sofferenti
    Solo per vederti
    Pochi momenti
    Cara stranezza
    Ancora in mente
    Come star con te
    Soli... senza gente
    Giorni anche strani
    Tanto tristi
    Quando malridotto
    Tu mi guaristi
    Ancora mi dici
    Che la tristezza amavo
    Però gioivo
    Quando ti pensavo
    Mai più malinconia
    Mai più stranezze
    Con te vicino
    Solo contentezze

  • 04 aprile alle ore 11:30
    Preghiera a Dio

    Pensarti... che piacere 
    Anche parlarti... sognarti
    Senza pretese
    Immaginando l'abbracciarti 
    Il baciarti ammaliato 
    Da magici e scuri occhi 
    Accarezzarti...che piacere
    Anche immergere le mani
    In quei bei capelli 
    Neri alteri
    Quanto quelli di un cavallo nero 
    Un bene che non capivi
    Che lo scrivevo 
    Anche se la morbida mano
    Appena ti sfioravo
    Una preghiera costante a Dio...
    Starti sempre vicino...
    Che infinito piacere!

  • 26 marzo alle ore 17:14
    Avanti sempre con coraggio

    Questa nostra bella Melito
    Vive sempre come al solito
    Stiamo in qualche maniera
    In una terra straniera

    Mi guardano malissimo
    Parlo e allora non valgo
    Sto sempre a pensare
    Che qualcosa si deve fare

    Più o meno dico qualcosa
    Sempre dico a questa gente
    Per tante cose lottiamo
    Se miglior vita desideriamo

    Ora nei social discutiamo
    Però mai i fatti facciamo
    Tanto il parlare ci piace
    Anche di stare in pace

    È una bella cosa Internet
    Che di parlar ci permette
    Fortunati che siamo
    Che la coscienza smoviamo

    Anche questo tanto sento
    Tanti saluti al cambiamento
    Solo chiacchiere facciamo
    Se in strada non scendiamo

    Se ce la cantiamo e suoniamo
    Il futuro mai miglioramo
    Per i nostri figli belli e cari
    Parli ma è come zitto stare

    Avanti! Fermi non restiamo!
    Per una miglior vita lottiamo
    "Vai sempre avanti con coraggio"
    Parole di mio padre tanto saggio

  • 24 marzo alle ore 17:22
    Voglia ancora di te

    Cuore di te sempre pieno
    Inerte se non vicina
    Quante volte ti ridico
    La voglia di te

    Solo se ti penso
    La vita ha senso
    Col tuo sguardo
    Subito m'hai rapito

    L'incrocio coi tuoi occhi
    Del tutto mi divertiva
    Riempiendomi i giorni
    Perché mi ridevano

    Immane desiderio
    Forte abbracciarti
    Stringerti a me
    Allontanando la tristezza

    Tanto mi piaceva
    Quella stranezza
    Il tempo che si fermava
    Davanti a tal bellezza

    Sì... voglio ancora te
    Con corpo e mente
    Col cuore sempre colmo
    Che batte solo per te

  • 22 marzo alle ore 18:57
    Calma ci vorrebbe

    L'Etna sonnecchiava
    Senza un fil di vento
    La canna si piegava 
    Questa voglia ancora sento

    Nient'altro voglio 
    Bianco come il latte
    Liscio come l' olio
    Questo mare nessun lo batte

    Mondo assai differente
    Niente gli mancherebbe
    Se calma fosse la gente
    Mai la lite cercherebbe

  • 22 marzo alle ore 18:37
    Voglia di te... una malattia

    Come ridevo
    Se ti guardavo e... morivo
    M'intontivi
    E allora fermavi
    Anche il tempo
    Era grande
    Quel desiderio di te
    Una bella malattia
    Che mi coglieva
    Che la mente mi logorava
    Giornate viaggiando
    Con la mia fantasia
    Sempre sperando
    Con la mente di qua e di là
    La realtà desiderando
    Poi tutto s' è avverato
    Con un piacere che intenso
    È diventato
    Standoti sempre vicino
    Col cuore di te
    Sempre pieno
     

  • 19 marzo alle ore 10:39
    Lotta per me al lungomare

    Mai mi son doluto per niente
    Son di seria ed onesta gente
    Son buono per navigare
    Son matto per questo bel mare

    Incantato spesso guardo
    L'Etna con riguardo
    Pentedàttilo spalancato
    Come un fiore sbocciato

    Tristi momenti ho passato
    Tanti dolori poi ho superato
    Qui la morte mi aspettava
    Però a dopo rimandava

    Con la falce si avventava
    Della Madonna non s'avvedeva
    Che poi svelta mi afferrò
    Nella sua luce mi abbracciò

  • 15 marzo alle ore 17:02
    Come un gabbiano

    Oh strade amate
    Tanto inzuppate
    Sono irritato
    Anche desolato
     
    Sono anche affranto
    Perché non mi sei accanto
    Perché forse tu
    Non mi vuoi più  
     
    Son però capace
    Di diventar rapace
    Come un gabbiano
    Dal cuore sano

    Che l'amata si tiene
    Senza patir pene
    Che sempre lotta duro
    Per averla nel suo futuro.

  • 14 marzo alle ore 19:56
    Mio padre

    Mio padre ciabattino
    Tanto m’ era vicino
    Comunista sempre credente
    Non gli è servito a niente

    Sette figli nati
    Dove più li trovate
    Per davvero siam stati tanti
    Bravi tremendi e birbanti

    Da tempo non lontano
    Il più grande ed il mezzano
    Giovanni ed anche Nino
    Han finito il lor cammino

    M' ha sempre ben trattato
    Mai però l' ha dimostrato
    Vuoi che l' ultimo nato
    Mi diventa un avvocato

    Piccolino m' accarezzava
    L'educazione m' insegnava
    Ai miei fratelli birbantoni
    Poco carezze e ceffoni

    Moine tante non ne faceva
    Poco la carezza conosceva
    Niente però c' è mai mancato
    Sempre duro ha lavorato

    Mai ha detto vi voglio bene
    Una delle nostre poche pene
    Poche eran le occasioni
    Per dar dimostrazioni

    Era però spesso presente
    Non è cosa questa da niente
    Se all’ amici si dedicava
    Per noi il tempo sempre trovava

    Era così e lo rispettavamo
    Non perché ci spaventavamo
    Tutti fortunati ci consideriamo
    Se un buon padre noi troviamo

    Cose m’ ha insegnato tantissime
    Cose utili e importantissime
    Con mia madre Concettina
    Mi faceva la lezioncina

    All’ onestà lealtà umiltà
    Aggiungo anche la solidarietà
    Il rispetto anche sento
    Ce n' ho tanto e son contento

    Anche tanto mi consigliava
    Sempre tanto di provare
    Se un tentativo mai fai
    Niente puoi cambiare mai

    Le amarezze son maledette
    Per tante cose mai dette
    Quanto tanto lo rispettavo
    Quanto in egli m’ impersonavo

    Adesso finalmente per finire
    L’ ultima cosa vi voglio dire
    Se parlar coi vostri desiderate
    Fatelo adesso non ve lo scordate

  • 13 marzo alle ore 20:04
    All'improvviso

    Fitta stamattina scendeva l'acqua
    Tantissimo questa cosa mi seccava
    Non eri sotto l'ombrello vicina
    Tanto la tua presenza mi mancava

    Alle nuvole scure che mi bagnavano
    Presuntuoso una cosa gli chiedevo 
    Se da me subito ti portavano
    Così sicuramente mi riprendevo

    Sei arrivata e incantato ti guardavo
    Come mi ridevi molto divertita
    T'abbracciavo allora dolcemente 
    All'improvviso però sei sparita

  • 10 marzo alle ore 17:55
    Bei momenti

    S'era assente il tuo profumo
    Proprio giù mi sentivo
    Come il gelsomino m' inebriava
    D' esso tutto mi riempivo

    Ramingo me ne andavo
    Vagavo a te pensando
    Poi ridendo comparivi
    I scuri capelli dimenando

    Giornate proprio nere
    Quei pensieri rallegravano
    Poteva tutto anche finire
    Ma bei momenti ricordavano

    Non son proprio finiti
    Qui son ancora innamorato
    Continui son quei momenti
    Per altri versi son ispirato

  • 08 marzo alle ore 19:24
    Bramosia d'amore

    Era bello di notte sognarti
    Miglior sonno non c’era
    Con la tua testa sul mio petto
    Mi agitavo su quel letto

    Dolcemente ti baciavo e ti dicevo
    Cose belle che il tuo cuore voleva
    Eri nuda e t’ accarezzavo
    La morbida pelle che profumava

    Intensamente nel sonno ti abbracciavo
    Questo però non mi bastava
    Perché conto non mi rendevo
    Che vita senza te non esisteva

    Non basterebbe una vita
    Perché tu sia la mia donna
    Per volerti come t’ho conosciuta
    Così… dolce… per sempre e solo mia

  • 02 marzo alle ore 23:26
    Pensieri e canzoni

    Che non ti pensi 
    Non c'è momento
    Ha un senso
    Se ancora lo sento

    Per belle cose
    Per gli occhi per la voce
    Cose che ho desiderato
    Cose dolcissime

    Anche per il tuo sorriso
    Così attraente
    Come il Paradiso
    Sempre splendente

    La mano ce la fa 
    Qui adesso a scrivere 
    Quanto ancora mi piaci 
    Più di quanto mi piacevi

    Son bei pensieri
    Anche accompagnati
    Da versi sinceri
    Da dolci canzoni 

    Canzoni ascoltate 
    Del tutto rapito
    In quei bei momenti
    Dal piacere ghermito

  • 02 marzo alle ore 21:34
    Con te caldo e non gelo

    Quanto cose che mi davi
    In giornate ben trascorse
    Giornate che mi rallegravi
    Che con te erano soleggiate
    Subito ti sei preso me
    Come io ho preso te
    Regalandomi la tua presenza
    Mai illudendomi di questo
    Continuo con belle parole
    Versi con rima baciata
    Tanto dolci come caramelle
    Tutto è reale e non inventato
    Va tutto ancor'avanti
    Curioso il cielo guardando
    Cercando sempre il tuo viso
    In mezzo a stelle splendenti
    Con te volo alto nel cielo
    Sterminato e tanto stellato
    Sentendo caldo e non gelo
    Là dove son vivo e innamorato

  • 02 marzo alle ore 10:58
    Motivo accertato

    Oh giorni ansiosi
    Per occhi deliziosi
    Albe affascinanti
    Attimi palpitanti

    Voce che ammaliava 
    Che saziava
    Come tenero frutto
    Che gustavo tutto

    Oh uomo fortunato
    Da te frastornato
    Immerso contento
    Nell’ aureo sentimento

    Forti emozioni
    Espresse sensazioni
    Sì…pazzo innamorato
    Motivo accertato

  • 02 marzo alle ore 10:31
    Vortice di sentimenti

    Sei bella... bellissima
    Sei entrata nel mio cuore 
    Non ne esci proprio più
    Anche tanto lontano 
    Ti ho sempre sentita 
    A me vicinissima
    Cosa c'era dentro me 
    Da quando t'ho conosciuta 
    Mai me lo son spiegato
    Non son cose da niente 
    Amore rispetto desiderio 
    Un vortice di sentimenti
    Tanto con me hai parlato 
    Anche tanto hai riso 
    Tante cose mi hai dato
    Tantissimo mi hai cambiato 
    Con così poco 
    A crescere mi hai aiutato
    Ora stiamo insieme e felici 
    Senz'altri pensieri 
    Questa storia ci gustiamo

  • 01 marzo alle ore 17:37
    Quante cose ho capito

    Tanto tempo fa ti ho conosciuta...quando sei entrata nel mio cuore, all' improvviso e poi non ne sei più uscita
    Mai a nessuno ho desiderato tanto...questa mai è stata una stranezza...con te ho sempre cose belle, soprattutto la contentezza
    Spesso scrivo di questo sentimento che tanto il cuore mi ha preso...sei l' unica che io penso e che tutta la mente mi ha sconvolto
    Subito col sorriso mi hai turbato e allora ho capito che ti volevo...per tutta la vita, eternamente, sempre e comunque a me vicino
    Nei tristi momenti che ho passato, tante cose ho anche capito...ch' è come un fiore senza colore questa mia vita senza te
    Se mi dovessi per caso abbandonare, per me sarebbero tempi duri...perché questa mia vita sarebbe triste, come un mondo senza amore
    Sarebbe come un cielo senza sole o come una serata non stellata che ti butta proprio giù come una musica stonata
    Una cosa sola adesso mi tormenta ed è quella che si chiama paura...aprire gli occhi e non vederti e che son pronto per morire

  • 01 marzo alle ore 17:14
    Onde senza senso

    Pensieroso guardo il mare/le onde alte a me care
    Quando da bambino scriteriato/li prendevo divertito
    Senza paura le cavalcavo/di mio padre non mi spaventavo
    Le guardo adesso senza senso/perché a te soltanto penso
    Ormai unica e certa cosa/ti tratto come una fresca rosa
    Sempre bene mi fai vivere/di più non posso desiderare

  • 01 marzo alle ore 16:39
    Un nuovo giorno

    Scirocco caldo canaglia/il sole non mi riscalda pienamente
    Sono deluso come tutti/per questo mondo mai piacevole
    Curioso lentamente guido/vedo certe cose e rido
    Per strada tanti studenti/la gente si muove per lavorare
    Giovani che s’abbracciano/felici e senza vergogna s’accarezzano
    Finestre che si aprono/tappeti che si sbattono
    Curioso lentamente guido/vedo altre cose e non rido
    Cani denutriti/cercano tra i rifiuti avanzi e qualche osso
    Tra questa spazzatura puzzolente/mai cosi permanente
    Col nuovo giorno tutto si risveglia/tutto è una meraviglia

  • 01 marzo alle ore 0:21
    Amoretto preciso

    La vita di te si riempiva
    Bello abbracciarti
    La mano stringerti
    Dolcemente baciarti

    Questo desiderio
    Dalla tua bellezza incantato
    Era incontrollabile
    Perpetuo... continuato

    Sulle tue spalle delicate
    Appoggiavo il braccio
    Come s'un cuscino vellutato 
    Sì... ancora lo faccio

    Ti bacio di continuo
    Tutti i giorni e tutte le ore
    Non è cosa da niente
    Dimostrarti il mio amore

    Se il cuore mi ha avvolto
    È amore senza misura
    L'angioletto l'ha centrato
    Se caloroso ancora dura