username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Michele Gentile

in archivio dal 27 feb 2014

04 gennaio 1972, Ostia - Roma - Italia

segni particolari:
Vivo!

mi descrivo così:
Poeta.

02 marzo 2016 alle ore 9:44

Gerusalemme

Ho capito che non basta morire.
Le acque del perdono
non bagnano la sera.
Ho viaggiato
fra reliquie e respiri,
mi ha vinto la vita. 
Sono un uomo
sbagliato
ingannato.
Gracili, maldestre ragioni
oltraggiano il profilo della verità.
Gerusalemme è a un passo
dalla mia croce.

Commenti
  • Gabriella Stigliano bellissima poesia di un intenso misticismo singolare

    02 marzo 2016 alle ore 13:23


  • Michele Gentile Grazie Gabriella, diciamo che per me è un momentaccio per ciò che riguarda la fede :)

    03 marzo 2016 alle ore 7:52


  • Gabriella Stigliano Penso che sia nell' essenza di ogni essere umano il momento dello smarrimento, la spiritualità forse é fatta anche di tappe. Spero che tu superi questa fase poco illuminata. Ciao e complimenti ancora per il tuo "poetare".

    03 marzo 2016 alle ore 11:41


Accedi o registrati per lasciare un commento