username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Patrizia Chini

in archivio dal 14 mag 2011

Roma - Italia

mi descrivo così:
Scrivo racconti e poesie... passioni a cui ho potuto dedicarmi maggiormente da quando, smesso l’abito di maestra elementare, sono pensionata…. Amo anche il disegno, la pittura e la musica ma soprattutto i due nipotini con i quali gioco e a cui leggo favole.

24 aprile 2014 alle ore 15:21

Il mio nome era ...

Sono “cosa”,
“oggetto” vecchio
rilasciato in un cassetto
o in un angolo in soffitta.
Sono stato cancellato
o mi sono cancellato
dalla faccia terra...
vivo solo nei ricordi
di qualcuno o di qualcosa.
Sono sedia traballante
appoggiata giù in cantina
che nessuno cerca più.
Sono fiore ormai appassito
che non ha più profumo.
Il mio nome era...
non me lo ricordo più.
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento