username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Rita Stanzione

in archivio dal 08 gen 2010

02 febbraio 1962, Pagani (SA)

martedì alle ore 6:55

Barlume nostalgia

Nostalgia si scioglie
da perspicuo lunghissimo guardarsi
un attimo contiene l’altro in forza
si scinde in lama, scheggia l’ombra.
A pioggia, ne assorbono fantasie
esposte a mancanze
falde al tempo da colmare
se poi l’ora è oro seppellito.
 
Mi prende il volto con le mani
come ad accogliere in un vaso
lo stelo magro della felicità.
Volto nelle mani, mani nel volto. Oh sì!
-Non dire nulla, non dire troppo
strozza il fiore alla sciocchezza-
 
Nostalgia di te che sei
che vai che torni
muro sbrecciato, cielo divelto
rio sfociante al punto solito.
Il solco, sempre: a demarcazione.
 

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento