username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Jean-Paul Malfatti

in archivio dal 25 nov 2011

30 giugno 1986, Como - Italia

segni particolari:
Non sono bravo a comporre poesia! Scrivo frasi, aforismi e versi isolati che, quando messi insieme nel giusto ordine, diventano addirittura poesie brevi e semplici.

mi descrivo così:
Un poeta e scrittore italo-americano "in erba" in cerca di se stesso e del perché dei perché.

Motto: "A gay poet is just one of the very many poet gays of yesterday, today and tomorrow. Un poeta gay è solo uno dei tanti gay poeti di ieri, oggi e domani."

12 ottobre 2016 alle ore 5:50

Jean-Paul Malfatti dixit:

Se Dio esistesse, per come è descritto nelle scritture cosiddette sacre, si suiciderebbe ancora prima di finire di leggerle.

Commenti
  • Jean-Paul Malfatti Nota 1/2 - Non lasciamo che le nostre divergenze o punti di vista diversi su politica, religione, sessualità o altri temi sensibili e scottanti della nostra quotidianità rovinino l'amicizia che ci lega o che inizia a legarci. Queste cose valgano meno di zero se paragonate a sentimenti e emozioni che danno un vero senso alla vita. Spesso accanto alla fede c'è il dubbio, un dubbio che ci rende inquieti e insoddisfatti, ci rende confusi e indecisi sulla direzione da prendere. Le persone tendono ad inventare, disegnare, colorare e vestire il loro dio (o dei) basate sulla loro razza, colore, ascendenza, origine e soprattutto sulle loro convinzioni religiose, e queste differenze generano tensioni che si tramutano in scontri fino a culminare nell'attacco e persino nell'eliminazione fisica dell'avversario. Secondo la mia logica, nessuna guerra può essere santa; nessuna forma di terrorismo può ottenere benedizione, qualunque sia il fine.

    12 ottobre 2016 alle ore 10:44


  • Jean-Paul Malfatti Nota 2/2 - Ma cos'è la verità assoluta e chi è il suo padrone!? La verità assoluta è al di la del tempo e dello spazio e non appartiene a qualcuno, è per natura esclusiva e nega tutto ciò che è il suo contrario. La ristrettezza e le limitazioni della mente umana tendono a complicare la verità e quindi a suddividere l'assoluto in elementi contrastanti, cioè in mezza verità e in mezza falsità. E, purtroppo, gli uomini continueranno ad uccidersi gli uni gli altri fino al giorno in cui cominceranno a svilupparsi spiritualmente e a svolgere il loro dovere in modo imparziale e ponderato, opponendosi a ogni forma di integralismo e di predominanza di una fede o di un'ideologia qualsiasi sull'altra. E questo si applica anche agli atei e agli agnostici, soprattutto perché anche il non credere o il credere a metà è, alla sua maniera, una credenza basata sull'intolleranza e la paura del diverso. La verità (se così possiamo chiamarla) è che siamo tutti coinvolti in una guerra "psicologica" stupida, meschina insensata che ha già fatto tanti feriti e piagati, non solo verbalmente ma in alcuni casi anche fisicamente. Lasciamo perder le nostre diatribe e sforziamoci per quanto possibile per fare qualcosa di veramente utile e importante, cioè qualcosa che regali la vita e non la morte, per tutti quelli meno fortunati di noi. Questa è solo una mia riflessione personale e quindi ampiamente opinabile, e come tale deve essere presa da chi non la pensa come me. Jean-Paul Malfatti, poeta e scrittore (in erba) italo-americano.

    12 ottobre 2016 alle ore 10:45


Accedi o registrati per lasciare un commento