username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Luca Gamberini

in archivio dal 29 apr 2008

30 maggio 1967, Bologna - Italia

segni particolari:
Mi sono fatto da me, raramente in compagnia.

mi descrivo così:
Chi siamo ce lo dice l'avverso, chi non siamo ce lo dice lo specchio.

05 febbraio alle ore 10:31

Suffragio

Sempre ritorni al mattino
come una barba
che nemmeno più so 
i tuoi anni
quando fumo distratto
davanti a un bel culo
che il cielo è già morto 
da un sorso 
di carne e di vino
più buono del sangue
che non ti soddisfa
quanto questa fatica
di barba come erba
come radice quadrata
di un silenzio che acquieta
il desiderio 
di vita senza epilogo
che per te sono morto
da un pezzo
di giorni e di notti
quando vieni a trovarmi
è come portassi 
i fiori al defunto
che poi te ne torni
alla vita serena
mentre immagino già
il mio funerale
della prossima vita.

Commenti
Accedi o registrati per lasciare un commento