username o email
password

Ti piace Aphorism?
Segnalaci su Google

Inserisci la tua e-mail per ricevere gli aggiornamenti

Autore

Maria Luisa Mazzarini

in archivio dal 27 lug 2015

Umbertide - Italia

segni particolari:
Ho pubblicato sette raccolte poetiche (2010-2017). La nuova silloge: "Mare mosso, l'imaginoso"  Ed. EEE-book Torino Aprile 2017.

mi descrivo così:
Ampia cultura classica, ho svolto attività  di docenza e di scrittura.

01 agosto 2016 alle ore 19:22

Si aprano le danze

di Maria Luisa Mazzarini

editore: EEE Edizioni

pagine: 100

prezzo: 12.00 €

Acquista `Si aprano le danze`!Acquista!

“Si aprano le danze” monito d’apertura e titolo della silloge di Maria Luisa Mazzarini che accompagna il lettore verso quanto di più bello la vita può proporci. È una primavera dalla libera forma, che veste “di poesia e di mare”, regalando pennellate di colori e “frammenti di bagliori” dati dalla consapevolezza di un’esperienza maturata, e dalla voglia di continuare a scorrere, nonostante i silenzi o le dure prove di questa esistenza.

La poetessa scioglie nei versi quel brio di chi ancora sa sognare, e lasciare segni importanti di quanto si è appreso. La stessa forma è slegata dai canoni stilistici conosciuti, ma ogni parola ha il suo preciso spazio. È emozione che danza nella pagina, impregnando con l’inchiostro, il tempo, i pensieri, i segreti, che si aprono al mondo solo se abbiamo occhi grandi per vederli realizzati.

Ed è sulle punte leggere, attraversando profumi e colori, di notte o di giorno, che quell’umanità si fa concreta e sboccia, in tutto il suo splendore. Ecco allora quella “quasi farfalla” che volteggia e s’apre, diventando testimone di quei valori come l’Arte, la Libertà, l’Amore. Difatti danzare da sempre è stato il sinonimo di indipendenza e evoluzione dei movimenti, con l’aiuto del suono d'anima e corpo.

Con quest’opera la poetessa fa tutto questo con le parole. Trascina, trasporta, ferma, lascia, dona, suggestiona, accarezza, incanta, sorprende, fa ballare in quell’immensità di infiniti spazi che la mente sa creare affacciandosi nell’azzurro del cielo o del mare.

“Svirgolettate” e assestamenti di sospiri che esplodono in tutto il loro fragore, squarciando con una positività disarmante, anche dove vivono “inquieti pipistrelli”.

Già perché in questa natura vi sono luci e ombre che convivono nella loro diversa complementarietà, ma sta a noi dare il senso, o scegliere con che sfumature dipingere il nostro capolavoro più bello.

Ascoltare quella voce che nella sua semplicità, può far volare e permettere salti o passi determinanti per crescere con unicità spettacolare.

Diventa allora facile essere fuoco, luna, anemoni fluorescenti, stelle devote o scintille di luce, per trovare la vera dimensione, e come un derviscio, continuare a roteare tra mistero e bisogno.

recensione di Dulcinea Annamaria Pecoraro

Commenti
  • Maria Luisa Mazzarini Ringrazio sentitamente la Redazione tutta per la gradita pubblicazione del mio nuovo libro "Si aprano le danze", 2016!

    03 agosto 2016 alle ore 17:57


Accedi o registrati per lasciare un commento